Apertura piste sci, l’Austria ci ripensa

Lettura 1 min

Impianti aperti sì o no? Cosa accadrà per le feste a partire dal ponte per l’Immacolata? I paesi confinanti si adegueranno alle chiusure imposte all’Italia o agiranno in piena autonomia? In Austria pare scricchiolare il fronte che vuole aprire gli impianti da sci ancora prima di Natale. “L’inverno è lungo. Siamo solo all’inizio. Anche se partissimo solo a gennaio, avremmo ancora parecchio da fare. Per il momento né in Austria né in Germania i numeri consentono una riapertura”.

Lo afferma il potente presidente del Consorzio dei comuni tirolesi e sindaco del centro sciistico Soelden, Ernst Schoepf, in un’intervista alla Tiroler Tageszeitung Schoepf mette in guardia da una decisione affrettata. L’obiettivo, ribadisce, è evitare una terza ondata. “Il 70% dei nostri clienti proviene da paesi che attualmente sconsigliano viaggi verso l’Austria. Non tutti gli albergatori vogliono aprire”. Neanche la ripresa dello sci su larga scala solo per i residenti convince Schoepf. “Non ogni lift deve essere in funzione”, commenta. 

Photo by Curt Nichols 

Servizio Precedente

VIDEO - Zaia mattatore da Fazio su Rai3: "Sanità allo Stato? No a equa divisione del malessere. Via che governa male"

Prossimo Servizio

Miozzo contro riapertura teatri e cinema

Ultime notizie su Cronaca