Altri 300 furbetti del reddito di cittadinanza: 8 milioni di truffa alla luce del sole. Al vaglio altre 200 posizioni

Lettura 1 min

Non si ferma la cronaca che allunga la lista dei furbetti del reddito di cittadinanza Questa volta la vicenda si svolge a Cagliari, dove la polizia ha denunciato 300 persone che percepivano il Reddito di cittadinanza. Nel merito, si tratta di cittadini stranieri che hanno dichiarato falsamente di avere i requisiti per ottenere il beneficio e, tramite i C.A.F. o le Poste Italiane, hanno trasmesso all’INPS la domanda. Senza troppi intoppi, gli indagati hanno ricevuto il sussidio dal 2019 ad oggi. Ben 600 euro al mese che potevano andare a veri poveri o famiglie in difficoltà.

Ancora una volta il reddito di cittadinanza ha mostrato tutti i suoi peggiori limiti.

Per ottenere il sussidio, gli indagati avevano autocertificato di avere il permesso di soggiorno e di essere residenti in Italia da almeno 10 anni.

Gli indagati provengono dal nord Africa, dall’Africa sub-sahariana, dal sud America e dai Paesi balcanici. Sono al vaglio degli investigatori altre 200 posizioni di stranieri residenti nella provincia di Cagliari, che percepiscono il Reddito di cittadinanza e hanno fatto istanza di permesso di soggiorno alla Questura.

Servizio Precedente

Loro pensano a nominare i sottosegretari. Il mondo si prepara intanto alla recessione globale nel 2023

Prossimo Servizio

Italia 1946-2022. Due programmi di destra "gemelli"?

Ultime notizie su Cronaca