Altra nuova stretta. Il colpo di grazia: discoteche, fiere e congressi chiusi fino al 31 luglio. Stato emergenza al 31 ottobre?

12 Luglio 2020
Lettura 1 min

Una nuova stretta arriva sul Paese e sulla sua economia devastata. Se non salta tutto poco ci manca. Indotto, economia, posti di lavoro, attività ferme da mesi. La stagione è di fatto finita, compromessa. Discoteche ancora chiuse fino al 31 luglio, lo stesso vale per fiere e congressi. Ancora vietati gli assembramenti e obbligo di mascherina nei luoghi chiusi accessibili al pubblico. In sostanza, il 31 luglio è il nuovo termine al quale potranno essere prorogate tutte le misure restrittive contenute nel Dpcm dell’11 giugno scorso. La proposta, a quanto si apprende da fonti del ministero della Salute, è contenuta nel nuovo Dpcm che il ministro Roberto Speranza presenterà martedì 14 luglio.

Intanto è sul tavolo l’ipotesi di una proroga dello stato di emergenza fino al 31 ottobre e non fino al 31 dicembre.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

La Bufala del giorno? Nuovi contagi a Cremona. L’infermiere rimuove il post ma tutti i giornali ci cascano

Prossimo Servizio

Reguzzoni: Stato di crisi? La sovranità non è più in Parlamento dal 1915

Ultime notizie su Cronaca

Turismo, rincari lasciano a casa tante famiglie

I rincari del settore turistico pesano come un macigno sulle vacanze estive degli italiani, spingendo una fetta crescente di popolazione a rinunciare del tutto alle partenze e determinando un aumento della spesa

L’ipotesi del guasto nel down di Microsoft

A proposito del caos informatico che si sta verificando a livello globale – con utenti di Microsoft che non riescono ad accedere a diverse app e servizi, con effetti su trasporti banche e comunicazioni
TornaSu