Allertate tutte le Questure. Ne scarcerano 500 poi arriva la circolare per investigare sui fuoriusciti Covid

Lettura 1 min

di Benedetta Baiocchi – La mano destra non sa quello che fa la mano sinistra. E così dopo il giro di scarcerazioni per il Covid, arriva con urgenza la Circolare del Dipartimento di pubblica sicurezza. Si chiama “Misure di vigilanza e verifica dei flussi informativi relativi alle dimissioni dalle case circondariali”.

Le questure sono state allertate dal 13 maggio scorso,

L’allarme è arrivato alle questure il 13 maggio, che devono ora fare i conti con almeno 500 soggetti usciti dalle patrie galere.

Si apprende che occorre “dare ogni possibile impulso all’attività di monitoraggio già avviata dai dipendenti uffici di analisi e investigazione”. Bisogna anche “sensibilizzare i dirigenti delle squadre mobili” per fornire “alle Procure ogni elemento investigativo utile, sintomatico della possibile violazione delle prescrizioni imposte dall’Autorità giudiziaria che ha emesso il provvedimento di scarcerazione”.

La circolare, firmata dal direttore della Dac sollecita ancora i questori “di avvalersi della consueta attività di monitoraggio delle Divisioni Anticrimine sulle scarcerazioni dei soggetti che beneficiano di detenzione domiciliare o degli arresti domiciliari”.

Photo by Emiliano Bar

Servizio Precedente

Spiegateci cos'hanno in testa al ministero della Salute e nelle Regioni. Veterinari esclusi dai test sierologici e distribuzione di DPI

Prossimo Servizio

CRONACHE DA MARTE - Solo a Napoli, per il boss Cutolo che resta in carcere, ne liberano 104

Ultime notizie su Cronaca