Albertini saluta: Salvini non mi ha chiamato, torno libero

Lettura 1 min

“Salvini non mi ha chiamato e ha fatto bene”, perché “sarebbe stata una inutile perdita di tempo”, quindi “sono solo uno spettatore e lo resterò per tutta la campagna elettorale”. Le parole rilasciate alla ‘Dire’ da Gabriele Albertini suonano come una conferma: l’ex sindaco di Milano (a Palazzo Marino dal 1997 al 2006, ndr) non prenderà parte alla corsa di Luca Bernardo per Palazzo Marino.
Albertini era stato proposto dal segretario della Lega Matteo Salvini per una clamorosa candidatura, prima che lui stesso si sfilasse per ben due volte. Ma il leader del Carroccio non ha mai smesso di insistere su un suo possibile coinvolgimento nella campagna elettorale. Anche questa mattina Salvini, durante la presentazione di Bernardo, si era detto intenzionato a chiamare Albertini per convincerlo a entrare nella squadra. La telefonata però non è arrivata. “Ha tutta la mia simpatia e gratitudine- depone le armi l’ex sindaco- è stato l’unico che si era veramente impegnato per vincere”. Gli altri invece, “hanno usato e continuano a usare il palcoscenico di Milano per ‘drammaturgie romane e lo si è visto anche oggi”.
In ogni caso “sono molto contento- chiude le trasmissioni Albertini- d’essere liberato da un impegno opprimente, che mi ero imposto, per correttezza e gratitudine”.

Fonte Dire

Servizio Precedente

Familiari vittime Covid: "Verità insabbiata in Val Seriana". Viminale vince ricorso, non saranno pubblici atti su ritiro militari

Prossimo Servizio

Anche il Sud: basta reddito di cittadinanza

Ultime notizie su Cronaca