Al Nord più morti a novembre rispetto a prima ondata

Lettura 1 min

Il rapporto dell’Istituto superiore di sanità rilanciato dall’Istat fa paura. al Nord più morti a novembre del picco marzo-aprile “In molte regioni del Nord l’eccesso di mortalità totale del mese di novembre supera quello del picco di marzo-aprile: in Valle d’Aosta (+139,0% rispetto al +71,0% di aprile), in Piemonte (+98,0% a novembre rispetto al +77,0% di aprile), Veneto (+42,8% rispetto al +30,8% di aprile), e Friuli-Venezia Giulia (+46,9% vs +21,1%)”, lo sottolinea il quarto rapporto Istat-Iss sull’impatto dell’epidemia covid-19 sulla mortalità totale della popolazione residente periodo gennaio-novembre 2020 “L’incremento dei decessi registrato a novembre – aggiunge il rapporto – è più basso di quello osservato in corrispondenza della prima ondata dell’epidemia solo in Lombardia (+66% a novembre rispetto al +192% di marzo e il +118% di aprile) e in Emilia-Romagna (+34,5% rispetto al +69% di marzo)”.

Servizio Precedente

Bagnai: "Come invasione nazista nel '39 in Polonia, ora Germania vuole Europa sotto suo controllo". Ed è subito polemica

Prossimo Servizio

"Entro giugno vaccinati metà degli italiani"

Ultime notizie su Cronaca